8 motivi per cui lo storno europeo è un problema

8 motivi per cui lo storno europeo è un problema
Stephen Davis

Se vivete negli Stati Uniti, probabilmente avete visto o sentito uno storno europeo. Molti americani considerano questo uccello odioso, rumoroso e una minaccia per gli altri uccelli. Ma quali sono le ragioni per cui lo storno europeo è un problema?

Gli storni europei sono una specie di uccelli non originaria del Nord America. L'ambiente di questo continente non è adattato alle loro abitudini o alle loro esigenze alimentari. Non ci sono nemmeno abbastanza predatori per tenerli sotto controllo.

Ciò significa che gli storni europei possono facilmente sottrarre ampie aree di habitat agli uccelli autoctoni, infastidire gli agricoltori e provocare un enorme frastuono con i loro enormi stormi.

Continuate a leggere per conoscere i motivi per cui lo storno europeo è un problema.

  • Come eliminare gli storni dalle mangiatoie per uccelli

8 motivi per cui lo storno europeo è un problema

Lo storno europeo è una delle principali specie problematiche del Nord America a causa della sua rumorosa vocalizzazione, dell'intensa competizione con le specie autoctone e della capacità di diffondere malattie. Questi uccelli sono longevi - circa 15 anni in natura - e difficili da sradicare una volta insediatisi in un'area. Affaticano gli ecosistemi e allontanano gli altri uccelli.

1. Gli storni europei possono adattarsi a quasi tutti gli ambienti.

La maggior parte delle persone non considererebbe l'adattabilità uno svantaggio, ma per gli storni europei l'adattabilità è una delle ragioni per cui si sono adattati così bene alla vita nel continente nordamericano. Lo storno europeo è un generalista che si adatta bene alle aree urbane, suburbane e rurali. È onnivoro, cioè si nutre di alimenti sia vegetali che animali. È un riproduttore prolifico. I milioni di storni europeiGli storni presenti oggi negli Stati Uniti sono nati da appena 15 coppie riproduttive nel 1890.

2. Invadono nuove aree e spostano altri uccelli.

La maggior parte degli uccelli non è nemmeno lontanamente adattabile come lo storno europeo, per questo è noto come uccello prepotente. Quando questi nuovi uccelli entrano in un'area, scacciano le specie esistenti, compresi gli uccelli canori, le specie in via di estinzione e persino i predatori. Lo storno europeo può trasformare un ambiente naturale da un ambiente ricco di molte specie a uno invaso da una sola specie.

Con il tempo, l'ambiente naturale risente della mancanza di uccelli autoctoni specifici che ricoprono ruoli importanti nella comunità. Le persone hanno anche difficoltà ad attirare gli uccelli canori nel loro giardino perché gli storni invadono le mangiatoie.

3. Gli storni europei sono antipatici e rumorosi

Gli stormi di questi uccelli non si trovano quasi mai da soli, ma la loro capacità di coesistere con l'uomo li porta ad appollaiarsi durante la notte in aree residenziali, parcheggi o tetti di appartamenti.

Il rumore delle loro numerose vocalizzazioni, tra cui cinguettii, fischi e ticchettii metallici, può essere molto fastidioso, soprattutto quando si verifica tutto l'anno.

4. Mangiano importanti colture alimentari destinate al consumo umano.

In Europa, gli storni europei mangiano gli insetti che minacciano l'agricoltura, ma in Nord America gli uccelli non hanno un palato così esigente.

Guarda anche: 17 specie di picchio del Nord America (immagini)

Oltre a mangiare gli insetti che minacciano le colture agricole, gli storni si nutrono delle colture stesse: si appollaiano sugli alberi da frutto, dove mangiano i frutti, mangiano verdure, bacche e uva direttamente dalla vite.

Nelle aree urbane e residenziali, gli storni invadono i cestini della spazzatura e le aree picnic, cercando cibo e creando disordine per le squadre di pulizia.

5. Sono portatori di malattie trasmissibili a persone e animali.

Gli storni europei rappresentano anche un rischio di malattia per l'uomo e per il bestiame. Gli uccelli sono noti per essere portatori di una varietà di malattie, che vanno dal morbillo bovino alla salmonella. In realtà, oltre 25 malattie sono associate a questi uccelli invasivi.

Gli storni diffondono le malattie scartando fonti di cibo semidivorate o defecando dove vengono toccate o ingerite da un altro animale. Recenti ricerche dimostrano che la presenza degli storni negli allevamenti può addirittura peggiorare le infezioni fungine, batteriche e virali!

Immagine: ArtTower

6. Gli storni possono contaminare l'acqua e il mangime negli allevamenti di bestiame e pollame.

In ambiente agricolo, gli storni sono altrettanto fastidiosi che nelle aree residenziali e urbane. Invece di mangiare insetti fastidiosi che potrebbero infastidire il bestiame, gli storni scelgono di mangiare il loro mangime. In inverno, la principale fonte di cibo degli storni è spesso il mangime per il bestiame.

Gli allevatori con un problema di storni possono vedere gli uccelli fare il bagno nei secchi d'acqua o mangiare e defecare sul mangime, aumentando il rischio di malattie per il bestiame e costando agli allevatori migliaia di dollari ogni stagione in termini di costi per il mangime.

7. Problemi igienici generali

Ogni animale deve fare i suoi bisogni, ma il problema degli storni europei è che non sono affatto discreti: poiché si riuniscono in grandi stormi, la quantità di escrementi che lasciano può rappresentare un vero problema, soprattutto nelle città.

Le loro feci hanno un'alta probabilità di contenere batteri o virus che causano malattie. Inoltre sono altamente acide, il che significa che possono corrodere infrastrutture come il cemento, la pietra o gli edifici. Questo vale anche per le statue!

Storno europeo (Immagine: jLasWilson)

Un problema banale come un alto livello di escrementi di uccelli può sembrare banale, ma quando milioni di storni europei si appollaiano in un singolo quartiere per più di qualche giorno, può mettere a dura prova gli operatori sanitari e gli abitanti della zona.

8. Nidificano e si appollaiano in luoghi problematici.

Gli storni europei sono opportunisti: prendono tutto ciò che è disponibile, anche se non è di loro proprietà. Questo vale per le loro pratiche di costruzione del nido e per le loro abitudini di posatoio.

Una madre storno è estremamente competitiva e fa concorrenza a molti uccelli benvoluti, come gli uccelli azzurri orientali e le martore viola, per i siti di nidificazione. Con il passare del tempo, la concorrenza degli storni porta a una diminuzione del numero di altri uccelli.

Gli storni europei si appollaiano ovunque, il che si rivela particolarmente problematico quando scelgono di appollaiarsi nelle aree boschive che circondano molti aeroporti. Quando gli aerei decollano, gli storni possono essere risucchiati dai motori dei jet.

Se l'aereo è abbastanza piccolo, può provocare un incidente. La sfortunata abitudine degli storni di nidificare e appollaiarsi in aree rischiose contribuisce alla loro problematicità.

Guarda anche: 12 uccelli dello stagno (foto e fatti)



Stephen Davis
Stephen Davis
Stephen Davis è un appassionato birdwatcher e appassionato di natura. Studia il comportamento e l'habitat degli uccelli da oltre vent'anni e ha un particolare interesse per il birdwatching da cortile. Stephen crede che nutrire e osservare gli uccelli selvatici non sia solo un hobby piacevole, ma anche un modo importante per entrare in contatto con la natura e contribuire agli sforzi di conservazione. Condivide le sue conoscenze ed esperienze attraverso il suo blog, Bird Feeding and Birding Tips, dove offre consigli pratici su come attirare gli uccelli nel tuo giardino, identificare diverse specie e creare un ambiente favorevole alla fauna selvatica. Quando Stephen non fa birdwatching, ama fare escursioni e accamparsi in remote aree selvagge.