20 fatti sorprendenti sui gufi dalle grandi corna

20 fatti sorprendenti sui gufi dalle grandi corna
Stephen Davis

Il gufo reale è uno dei gufi più grandi e conosciuti del Nord America. È anche una delle nostre specie preferite, ed è per questo che è l'argomento di questo articolo. Continuate a leggere per scoprire 20 fatti interessanti e curiosi sui gufi reali.

Si trovano in una vasta gamma di ambienti e luoghi e possono cambiare leggermente la loro colorazione e le loro dimensioni a seconda del luogo in cui si trovano. Indipendentemente dal luogo in cui si trovano, la gente riconosce i loro enormi occhi gialli e le "corna" che spuntano dal viso. Sono anche chiamati "gufi tigre" per il loro disegno a barre e la loro caccia feroce, nonché "gufi chioccia" per i loro richiami distintivi.

Scopriamo altre curiosità sul gufo reale.

20 curiosità sulle civette dalle grandi corna

1. Le civette dalle grandi corna sono diffuse in tutto l'emisfero orientale.

I gufi reali sono presenti tutto l'anno in tutto il Nord America e in gran parte dell'America centrale e meridionale. I gufi reali hanno un'incredibile capacità di adattarsi a molti ambienti diversi, dai deserti alle periferie, fino alle gelide foreste settentrionali, e hanno l'areale di distribuzione più ampio di qualsiasi altro gufo americano.

2. I gufi dalle grandi corna non sono tutti dello stesso colore

Femmina di gufo reale dal colore pallido (Immagine: lintow

La colorazione dei gufi cornuti varia da regione a regione ed è legata all'umidità media della zona. I gufi con la colorazione più scura si trovano nel Pacifico nordoccidentale e lungo la costa atlantica del Canada, mentre i gufi cornuti molto più chiari si trovano in luoghi come i deserti sudoccidentali o le praterie subartiche. I gufi cornuti dal colore più chiaro, che possono sembrare quasi bianchi, sonoche si trova nel Canada subartico.

3. I gufi dalle grandi corna non sono tutti della stessa taglia

Anche le dimensioni dei gufi possono variare da regione a regione: i più grandi si trovano in Alaska, mentre i più piccoli in Baja California e nella penisola dello Yucatan. Gli adulti hanno una lunghezza che varia da 17 a 25 pollici e un'apertura alare di 3-5 piedi.

4. Le civette dalle grandi corna non migrano

La maggior parte dei gufi reali non migra, ma risiede tutto l'anno nel luogo in cui si trova.

Immagine: usfwsmtnprairie

Anche se non migrano, è stato registrato che occasionalmente i gufi del Saskatchewan e dell'Alberta si spostano a sud in Minnesota, Nebraska, Kansas, Iowa e Dakota. Si pensa che questo avvenga in anni di stasi della popolazione di lepri delle nevi e che i gufi si spostino a sud per trovare una fonte di cibo più stabile.

5. Le civette dalle grandi corna hanno una dieta diversificata

Immagine: skeeze

Le civette dalle grandi corna hanno una dieta tra le più varie di tutti i gufi nordamericani: nella maggior parte delle aree la loro dieta è composta per il 90% da mammiferi (conigli, marmotte, topi e altri roditori) e per il 10% da uccelli (i preferiti sono le folaghe e altri uccelli acquatici, come le anatre), oltre a mangiare meno frequentemente insetti, rettili e anfibi.

6. Le civette dalle grandi corna non hanno corna

Una delle caratteristiche principali di questi gufi sono le "corna" che spuntano ai lati della testa. Si tratta di ciuffi di piume chiamati plumicorni. Molti potrebbero scambiarle per orecchie, ma le orecchie dei gufi si trovano ai lati della testa, sotto le piume. Non si sa quale sia lo scopo di queste "corna", ma si ritiene che possano fungere da segnali visivi per gli altri gufi.può farli stare in piedi o appiattirli sulla testa.

7. I gufi dalle grandi corna sono cacciatori di pesce persico

La maggior parte della caccia si svolge di notte, ma possono anche cacciare di giorno. Amano appollaiarsi su alberi alti e sorvegliare aree aperte come prati, zone umide e margini delle foreste. Quando il cibo è abbondante, possono accumulare in un nido diversi conigli o marmotte alla volta.

Guarda anche: Dove vanno i colibrì di notte?

8. I gufi dalle grandi corna hanno occhi molto grandi

Immagine: pxfuel.com

Anche per un gufo, i gufi dalle grandi corna hanno occhi grandi: in proporzione (in termini di dimensioni degli occhi rispetto alle dimensioni della testa), sono tra i più grandi occhi di qualsiasi vertebrato terrestre.

All'interno della testa, gli occhi dei gufi dalle grandi corna hanno la forma di un cilindro, che consente loro di agire come una lente zoom e di vedere più lontano rispetto a un occhio di forma rotonda. La loro visione dei colori non è buona come quella di altri uccelli, ma hanno un'eccellente visione notturna.

Potrebbe piacervi anche questo articolo : 20 fatti sui barbagianni

9. I gufi dalle grandi corna hanno gli occhi gialli

I piccoli di gufo maggiore hanno bellissimi occhi gialli brillanti. I piccoli di gufo maggiore possono avere occhi grigi o giallo-nocciola per le prime 2-3 settimane dopo la schiusa, che diventano giallo brillante entro il 30° giorno.

10. I gufi dalle grandi corna possono ruotare la testa molto lontano

Hanno un ampio campo visivo binoculare, ma non possono muovere gli occhi per guardare di lato. Se vogliono vedere di lato, devono muovere tutta la testa. Le civette dalle grandi corna possono ruotare la testa di 270 gradi.

11. I gufi dalle grandi corna sono famosi per i loro richiami.

Nei film e in televisione, i richiami dei gufi utilizzati nelle sequenze notturne sono spesso quelli del gufo comune.

Anche se le femmine hanno un corpo più grande, il maschio ha una scatola vocale più grande, che gli permette di emettere un suono più profondo. È possibile sentire una coppia che chiama insieme, un "duetto". Il richiamo più basso è quello del maschio, mentre quello leggermente più alto è quello della femmina. Possono anche emettere un'ampia varietà di rumori, dall'"abbaiare" allo "stridere".

12. I gufi dalle grandi corna non bevono

I gufi reali non bevono quasi mai acqua: ottengono tutta l'acqua di cui hanno bisogno dal cibo che mangiano.

13. I gufi dalle grandi corna non hanno molti predatori.

Le civette adulte non hanno molto da temere in termini di predatori: sono agguerrite e sono in grado di predare altri grandi uccelli predatori come il falco pescatore e il falco pellegrino. La minaccia maggiore è rappresentata dalle uova e dai piccoli.

Le uova nel nido possono essere razziate da corvi, cornacchie e procioni, mentre i giovani gufi possono essere preda di coyote, volpi e lince o essere strappati dal nido da aquile e falchi di grandi dimensioni. Quando la madre gufo vede una potenziale minaccia vicino al nido, allarga le ali e gonfia tutte le piume per mostrarsi il più grande possibile, facendo capire all'intruso che sarebbe un grosso errore avvicinarsi.una lotta con lei!

14. Le civette dalle grandi corna sono territoriali

I gufi reali sono molto territoriali: una coppia riproduttiva può stabilire un territorio e mantenerlo per un lungo periodo di tempo, più di una sola stagione riproduttiva. I gufi fischiano vigorosamente per indicare agli altri l'area che hanno rivendicato e quando devono allontanarsi.

15. Le civette dalle grandi corna possono accoppiarsi per tutta la vita

Anche se non ci sono molti dati, sembra che i gufi cornuti si accoppino almeno per diversi anni, e forse per tutta la vita. Anche se recentemente è stato dimostrato che un maschio può accoppiarsi con più di una femmina allo stesso tempo. I dati indicano che possono vivere fino a 28 anni, ma la loro vita media è di circa 13 anni.

16. Le civette dalle grandi corna iniziano la stagione riproduttiva molto presto.

Cucciolo di gufo reale (Immagine: Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti)

Si pensa che questo periodo invernale dia loro un vantaggio grazie alle lunghe ore notturne: più tempo per cacciare e meno ore di luce per preoccuparsi dei predatori che ficcano il naso nel nido.

17. Le civette dalle grandi corna non costruiscono il proprio nido.

Gufo reale seduto sul nido (Immagine: nature80020 (Jim Kennedy)

Il più delle volte nidificano sugli alberi e utilizzano un nido fatto da un altro uccello o animale, come falchi, corvi, aironi o scoiattoli. A volte rinforzano il nido con corteccia, foglie, rametti o piume. Nei deserti possono talvolta utilizzare vecchie cavità di picchio in grandi cactus.

Guarda anche: Come tenere lontane le formiche dalle mangiatoie per colibrì (7 consigli)

18. I gufi dalle grandi corna hanno artigli super forti

I loro artigli sono così forti che per aprirli occorrono 28 libbre di forza, una presa che non permette alle prede di fuggire e che spesso viene usata per schiacciare la loro spina dorsale.

19. Le civette dalle grandi corna useranno le cassette nido

I gufi reali sono disposti a utilizzare le cassette-nido se sono di dimensioni adeguate. Le cassette vengono installate in autunno, prima della stagione riproduttiva. I gufi reali hanno di solito una sola covata di uova all'anno e ne depongono 1-3 alla volta. L'incubazione delle uova dura circa 30-40 giorni.

20. Le civette dalle grandi corna producono "pellet".

Questi gufi non hanno la capacità di immagazzinare il cibo in un raccolto e di digerirlo in seguito. Il loro ventriglio permette loro di scomporre e assorbire le proteine, i grassi e i liquidi di cui hanno bisogno, lasciando il materiale più difficile da digerire. I resti (ossa, piume, pelliccia) vengono compressi in un pellet secco che il gufo può rigurgitare. Gli scienziati spesso usano questi pellet per catalogare ciò che i gufi hanno mangiato comepossono identificare la preda in base ai resti scheletrici.




Stephen Davis
Stephen Davis
Stephen Davis è un appassionato birdwatcher e appassionato di natura. Studia il comportamento e l'habitat degli uccelli da oltre vent'anni e ha un particolare interesse per il birdwatching da cortile. Stephen crede che nutrire e osservare gli uccelli selvatici non sia solo un hobby piacevole, ma anche un modo importante per entrare in contatto con la natura e contribuire agli sforzi di conservazione. Condivide le sue conoscenze ed esperienze attraverso il suo blog, Bird Feeding and Birding Tips, dove offre consigli pratici su come attirare gli uccelli nel tuo giardino, identificare diverse specie e creare un ambiente favorevole alla fauna selvatica. Quando Stephen non fa birdwatching, ama fare escursioni e accamparsi in remote aree selvagge.