19 uccelli con grandi becchi (fatti interessanti e immagini)

19 uccelli con grandi becchi (fatti interessanti e immagini)
Stephen Davis

Il becco è probabilmente l'aspetto più importante e distintivo di un uccello: è necessario per mangiare, per prepararsi, per difendersi e persino per l'accoppiamento e svolge un ruolo importante nel modo in cui l'uccello interagisce con l'ambiente. I becchi sono di tutte le forme e dimensioni: alcuni uccelli hanno becchi corti, altri lunghi, altri ancora hanno becchi minuscoli, mentre altri, come vedrete tra poco, hanno becchi piuttosto grandi. In questoL'articolo illustra alcuni esempi di uccelli con il becco grande.

Gli uccelli con il becco grande si sono evoluti in tutto il mondo da molto tempo, ritagliandosi ruoli di nicchia nei loro ecosistemi a cui devono attenersi. Sono parte integrante dei loro ecosistemi.

19 esempi di uccelli dal becco grande

Ecco un elenco di 19 uccelli con il becco grande e le loro foto, per aiutarvi a capire meglio quanto siano unici.

1. Calzolaio

Nome scientifico : Balaeniceps rex

Lunghezza : 43-60 pollici

Lunghezza del becco : 7,4-9,4 pollici

Il calzolaio, noto anche come cicogna balena o balenottera per il suo enorme becco a forma di scarpa, ha una forma un po' simile alla cicogna e in passato è stato classificato come tale, ma geneticamente è più vicino ai pellicani e ad altri grandi uccelli a quattro dita.

Il calzolaio vive nell'Africa orientale tropicale, nelle grandi paludi dal Sudan meridionale allo Zambia. La sua mandibola superiore è fortemente carenata e termina con un'unghia affilata che può essere utilizzata per l'autodifesa.

In generale, sono noti per i loro movimenti lenti e per la loro tendenza a rimanere immobili per lunghi periodi di tempo. Sono anche noti per i loro suoni di becco che fanno intorno al loro nido o quando salutano un altro uccello. Questo uccello dall'aspetto preistorico ha sicuramente uno dei becchi più grandi in circolazione. È probabilmente l'uccello a cui penso per primo quando si parla di uccelli con becchi grandi.

2. Grande bucero

immagine: Tom Shockey

Nome scientifico : Buceros bicornis

Lunghezza : 3,1-3,9 piedi

Lunghezza del becco : 9-10 pollici

Il bucero maggiore è diffuso nel sud-est asiatico continentale, nella penisola malese e in Indonesia, e si riproduce in tutto il continente asiatico. È un uccello arboricolo, che preferisce vivere in foreste umide, alte e sempreverdi, con alberi secolari perfetti per la nidificazione.

Si tratta di un uccello molto caratteristico e dai colori vivaci, dotato di una speciale ghiandola preen che secerne un olio colorato che viene sparso sulle piume dall'uccello durante la toelettatura. Hanno anche un grande casco, che è una struttura cava situata sulla parte superiore del becco utilizzata dai maschi per combattere con altri maschi e attirare le femmine.

3. Rinoceronte Hornbill

immagine: Thomas Quine

Nome scientifico : Buceros rhinoceros

Lunghezza : 37-41 pollici

Lunghezza del becco : 9,2-12 pollici

Quando si parla di uccelli con il becco grande, non potevamo non menzionare il bucero rinoceronte. Simile al bucero maggiore e ad altri uccelli di questa famiglia, ha una casca prominente sulla sommità del becco. È fatta di cheratina e agisce come una camera di risonanza, amplificando i richiami degli uccelli per essere uditi in tutte le foreste pluviali indonesiane che chiamano casa.

Si nutrono per lo più di frutta e insetti, ma sono noti per predare anche piccoli rettili, roditori e uccelli di piccola taglia. Formano anche un nido molto particolare quando si prendono cura dei loro piccoli: la femmina è infatti sigillata all'interno di un nido in un albero cavo con solo un piccolo foro per il passaggio del cibo da parte del maschio.

Questo garantisce un alto tasso di sopravvivenza per i loro piccoli, ma diventa una minaccia se il maschio è ferito o non è in grado di tornare, di solito a causa dell'intervento umano.

4. Pellicano bianco americano

Nome scientifico : Pelecanus erythrorhynchos

Lunghezza : 4,2-5,4 piedi

Lunghezza del becco : 10-14 pollici

Il pellicano bianco americano è uno dei più grandi uccelli nordamericani, con un'apertura alare di quasi 3 metri. Si libra con incredibile stabilità su ampie ali bianche e nere. Il suo grande becco a forma di sacchetto è usato per raccogliere i pesci.

Si sa che collaborano tra loro per radunare i pesci nelle acque basse e facilitare il loro nutrimento e si trovano nei laghi interni in estate e vicino alle coste in inverno.

Contrariamente a quanto si pensa, il pellicano bianco americano non trasporta mai il cibo all'interno della sacca del becco, che viene utilizzata solo per raccogliere il cibo, ma che viene inghiottito prima del decollo. Sono anche abili ladri di cibo e riescono a rubare agli altri pellicani circa un terzo delle volte.

5. Pellicano dalmata

immagine: Steve Herring

Nome scientifico : Pelecanus crispus

Lunghezza : 5-6 piedi

Lunghezza del becco : 14-18 pollici

Il pellicano dalmata è il più grande dei pellicani ed è tra gli uccelli più grandi ancora in vita. È anche uno degli uccelli volanti più pesanti, con un'apertura alare di quasi 3 metri. Presenta uno splendido piumaggio bianco-argenteo durante la stagione, per poi sbiadire in un bianco meno brillante o in un grigio il resto dell'anno.

Sono uccelli molto socievoli, che preferiscono vivere e viaggiare in stormi. Non sono particolarmente aggraziati sulla terraferma, ma sono anche potenti nuotatori e volatori. Passano la maggior parte del tempo usando il becco, che come tutti i pellicani serve a raccogliere il cibo, a pulirsi e a distribuire l'olio impermeabilizzante sulle piume.

6. Tucano Toco

Nome scientifico : Ramphastos toco

Lunghezza : 25 pollici

Lunghezza del becco : 7,5 pollici

Il tucano di Toco è la specie di tucano più grande e più conosciuta, nonché uno dei più famosi tra gli uccelli con il becco grande. Abita nelle foreste tropicali del Sud America - le popolazioni indigene lo considerano un tramite tra il mondo dei vivi e quello degli spiriti, e non c'è da stupirsi che abbia catturato l'immaginazione degli uomini nel corso del tempo con il suo becco grande e colorato.

Il becco è un'arma poco efficace, più che altro per fare scena: è fatto di un fragile nido d'ape di cheratina e serve più che altro come deterrente contro i predatori. Il becco serve anche a regolare il calore corporeo, modificando il flusso di sangue verso di esso per distribuire il calore lontano dal corpo.

7. Pellicano australiano

Nome scientifico : Pelecanus conspicillatus

Lunghezza : 5,2-6,2 piedi

Lunghezza del becco : 15-17 pollici

Il pellicano australiano ha il becco più lungo di qualsiasi altro uccello vivente. Ha un colore unico, con il becco rosa, il piumaggio bianco e le ali con la punta nera. Si nutre principalmente di pesce, ma consuma anche uccelli più piccoli e si nutre di scarti per integrare la dieta.

Si trovano in vaste aree dell'Australia continentale e della Tasmania, di solito in grandi zone d'acqua aperte e prive di fitta vegetazione acquatica, ma sono noti anche come abituali frequentatori di aree allagate in seguito a forti piogge e di qualsiasi altra zona d'acqua in grado di ospitare una quantità sufficiente di cibo da raccogliere con il becco.

8. Colibrì dal becco di spada

immagine: Rolf Riethof

Nome scientifico : Ensifera ensifera

Lunghezza : 5,5 pollici

Lunghezza del becco : 4 pollici

Il colibrì dal becco a spada è una delle specie più grandi di colibrì e vanta il più grande rapporto tra le dimensioni del corpo e quelle del becco di qualsiasi altro uccello. Il becco estremamente allungato e la lingua altrettanto lunga permettono loro di nutrirsi di fiori con lunghe corolle.

Sono solitari in tutti gli aspetti della vita, a parte la riproduzione, e il maschio non ha nemmeno un ruolo nella vita dei suoi figli dopo l'accoppiamento con la femmina, che sceglie il luogo del nido, il materiale da utilizzare e si occupa anche dell'allevamento dei pulcini.

Come attirare i colibrì nel vostro giardino

9. Petrello gigante meridionale

immagine: Brian Gratwicke

Nome scientifico : Macronectes giganteus

Lunghezza : 34-39 pollici

Lunghezza del becco : 5-6 pollici

Guarda anche: 32 fatti interessanti sui falchi dalla coda rossa

Il petrello gigante del sud è famoso per la sua incredibile forza e resistenza di volo. Ha una ghiandola salina caratteristica che si trova in cima al becco spesso e uncinato e che serve a espellere il sale in eccesso. Sono conosciuti come gli avvoltoi del mare per la loro abitudine a scavare.

Quando le possibilità di pesca sono scarse, usano l'uncino del becco per catturare e mangiare calamari, pesci, giovani pinguini e altri uccelli marini. Sono le specie di petrelli più grandi e le loro pesanti becchette vengono "sbattute" insieme per fare rumore durante le manifestazioni di corteggiamento.

10. Airone golia

Nome scientifico : Ardea goliath

Lunghezza : 47-60 pollici

Lunghezza del becco : 9,4 pollici

L'airone golia è il più grande airone vivente del mondo. È molto acquatico e raramente si allontana da una fonte d'acqua, preferendo volare lungo i corsi d'acqua piuttosto che spostarsi sulla terraferma. In genere si trova a caccia in acque poco profonde, ma è stato osservato anche in prossimità di acque profonde su una fitta vegetazione.

Le loro prede sono costituite quasi esclusivamente da pesci relativamente grandi e ne catturano solo 2 o 3 al giorno. Utilizzano inoltre il loro lungo e affilato becco per mangiare altri piccoli animali che incontrano, tra cui rane, lucertole e serpenti.

11. Chiurlo maggiore

immagine: Mike's Birds

Nome scientifico : Numenius americanus

Lunghezza : 20-26 pollici

Lunghezza del becco : 4,4-8,6 pollici

Il chiurlo dal becco lungo è l'uccello costiero più lungo d'America. Utilizza il suo lungo becco ricurvo per sondare in profondità il fango e la sabbia alla ricerca di invertebrati acquatici da mangiare. Può anche essere usato efficacemente per trovare le cavallette nei loro luoghi di riproduzione nelle praterie delle Grandi Pianure americane e protegge molti raccolti da questi parassiti.

Trascorre la maggior parte dell'inverno nelle zone umide, negli estuari di marea, nelle piane di fango, nei campi allagati e sulle spiagge. Ha una silhouette inconfondibile: basta osservare il lungo collo e il lungo becco che si pavoneggiano nelle praterie. Spesso è accompagnato da piccoli gruppi di altri uccelli costieri in cerca di cibo, tra cui salicornie e marzaiole.

12. Spatola rosea

Nome scientifico : Platalea ajaja

Lunghezza : 28-32 pollici

Lunghezza del becco : 4-6 pollici

La spatola rosea è localmente comune nelle zone costiere della Florida, del Texas e della Louisiana sud-occidentale. Preferisce vagare in piccoli stormi e spesso si associa ad altri trampolieri. Le spatole si nutrono in acque poco profonde e usano il loro ampio becco piatto per setacciare il fango oscillando la testa da un lato all'altro.

Questo splendido uccello è poco comune e incredibilmente vulnerabile al degrado degli habitat di alimentazione e di nidificazione. È stato praticamente eliminato dagli Stati Uniti come effetto collaterale della distruzione delle colonie di trampolieri da parte dei cacciatori di pennacchi negli anni '60 del XIX secolo e solo recentemente ha iniziato a ricolonizzare il Texas e la Florida nel XX secolo.

È sicuramente uno degli uccelli dall'aspetto più singolare e dal becco grande.

Guarda anche: Le 12 migliori mangiatoie per uccelli (Guida all'acquisto)

13. Tucano dal collare

Nome scientifico : Ramphastos sulfuratus

Lunghezza : 19-20 pollici

Lunghezza del becco : 6-8 pollici

Insieme al tucano di Toco, il tucano dal becco a becco d'oca è forse una delle specie di uccelli dal becco grande più riconoscibili al mondo. Si nutre principalmente di frutta in tutto il Sud e il Centro America, ma occasionalmente mangia insetti, rettili, altri uccelli e uova per integrare la sua dieta.

Il loro grande becco può sembrare grande e pesante, ma in realtà è incredibilmente leggero: è fatto di cheratina ed è cavo, con solo sottili bastoncini di osso come sostegno. Attualmente non si conosce la ragione specifica del loro gigantesco becco, ma gli scienziati ritengono che svolga un ruolo importante nelle manifestazioni di corteggiamento e per la difesa.

14. Cicogna bianca europea

immagine: Leszek Leszczynski

Nome scientifico : Ciconia ciconia

Lunghezza : 3,3-3,8 piedi

Lunghezza del becco : 5-8 pollici

Le cicogne bianche abitano zone umide aperte, savane, steppe, prati, pascoli e campi agricoli in tutta Europa, Nord Africa, Asia Minore e Medio Oriente. Amano le aree con acqua stagnante poco profonda e si sono ben adattate alla presenza umana nel loro habitat.

Si nutrono di un'ampia varietà di prede, tra cui insetti, scorpioni, ragni, rane, girini, pesci, lucertole, serpenti, crostacei, piccoli mammiferi e uova di uccelli che nidificano al suolo. Le cicogne bianche cercano visivamente il cibo camminando con il becco puntato verso il suolo. Quando individuano una preda, sporgono il becco in avanti per afferrarla e ingoiarla.

15. Aracari dal collare

immagine: Andy Morffew

Nome scientifico : Pteroglosso torquatus

Lunghezza : 16 pollici

Lunghezza del becco : 4 pollici

L'Aracari dal collare assomiglia a un tucano più tenue ed è imparentato alla lontana con il Tucano toca. È originario dell'America centrale, dal Messico meridionale alla Colombia settentrionale, ed è la specie di tucano più comunemente incontrata nella regione.

Il loro becco è fatto di cheratina a nido d'ape, proprio come quello dei tucani, ed è anche piuttosto fragile e per lo più inutilizzabile per l'autodifesa. Viene usato soprattutto per raggiungere i frutti che si trovano su rami troppo sottili e inconsistenti per sostenere tutto il loro peso.

16. Punteruolo dell'Hudson

immagine: Don Henise

Nome scientifico : Numenius hudsonicus

Lunghezza : 15-19 pollici

Lunghezza del becco : 4-5 pollici

Il pettirosso è un uccello relativamente grande con un becco fragile, lungo e ricurvo. Occupa habitat aperti - la tundra per la nidificazione e le piane fangose, le spiagge e le paludi salmastre per il resto dell'anno. I pettirossi usano il loro enorme becco per estrarre granchi e altri invertebrati marini dalla sabbia o dal fango.

Possono sembrare delicati, ma questi uccelli sono forti migratori, che si spostano tra le aree di nidificazione nell'Artico e le zone di svernamento fino alla Bolivia. A volte devono anche evitare gli uragani mentre sorvolano l'oceano aperto.

17. Bucero dal becco giallo meridionale

immagine: Michael Jansen

Nome scientifico : Tockus leucomelas

Lunghezza : 19-24 pollici

Lunghezza del becco : 3,5-5 pollici

La coda gialla meridionale è stata resa famosa dal film Il re leone: il personaggio principale, Zazu, è una coda gialla. La sua dieta è onnivora e consiste in insetti, pulcini di uccelli, rane, camaleonti, formiche e termiti.

Il becco è di un giallo vivace, che gli vale il soprannome affettuoso di "banana volante". Il becco della femmina è più corto di quello del maschio e, come tutti i buceri, contiene una casacca che serve ad amplificare la voce nella savana africana. Foraggiano in cooperazione con le manguste, aspettando che queste scaccino le prede dal sottosuolo e lasciandone qualcuna ai piccoli mammiferi.

18. Schiumarola nera

immagine: Florida Fish and Wildlife

Nome scientifico : Rynchops nigra

Lunghezza : 16-20 pollici

Lunghezza del becco : 3-4 pollici

La schiumarola nera è una specie di uccelli marini simile ai gabbiani. Il becco è la sua caratteristica più distintiva: è incredibilmente affilato, con la mandibola inferiore che sporge contro la metà superiore del becco. Questo serve per cacciare le prede, sfiorando la metà inferiore del becco contro la superficie dell'acqua e catturando così pesci e altri organismi nella loro bocca.

Un'altra caratteristica che si nota immediatamente è la presenza di zampe rosse che si abbinano al becco rosso-arancione con la punta nera. La particolarità di questo animale è che ha una grande pupilla con una fessura verticale, rara negli uccelli, che serve a ridurre il bagliore della sabbia e dell'acqua.

19. Kiwi grande macchiato

immagine: brewbrooks

Nome scientifico : Apteryx haasti

Lunghezza : 18-20 pollici

Lunghezza del becco : 3,5-4,7 pollici

Il grande kiwi maculato è un uccello piccolo, senza volo e quasi privo di ali, delle dimensioni di un pollo, diffuso solo in Nuova Zelanda. Fa parte della stessa famiglia del casuario, dell'emu e dello struzzo, tutti uccelli senza volo privi di una speciale cresta sullo sterno dove si attaccano i muscoli del volo.

Nonostante le dimensioni ridotte e l'aspetto goffo, il kiwi è in grado di superare un essere umano ed è piuttosto diffidente nei confronti di tutto ciò che è più grande di lui. Il kiwi è anche piuttosto denso, con ossa che contengono midollo, e questo rende difficile la nidificazione sugli alberi.

Per compensare questa situazione, il kiwi scava tane invece di costruire un nido e ha piume modificate che fungono da baffi sul viso e intorno alla base del becco.




Stephen Davis
Stephen Davis
Stephen Davis è un appassionato birdwatcher e appassionato di natura. Studia il comportamento e l'habitat degli uccelli da oltre vent'anni e ha un particolare interesse per il birdwatching da cortile. Stephen crede che nutrire e osservare gli uccelli selvatici non sia solo un hobby piacevole, ma anche un modo importante per entrare in contatto con la natura e contribuire agli sforzi di conservazione. Condivide le sue conoscenze ed esperienze attraverso il suo blog, Bird Feeding and Birding Tips, dove offre consigli pratici su come attirare gli uccelli nel tuo giardino, identificare diverse specie e creare un ambiente favorevole alla fauna selvatica. Quando Stephen non fa birdwatching, ama fare escursioni e accamparsi in remote aree selvagge.