17 curiosità sui picchi

17 curiosità sui picchi
Stephen Davis

I picchi sono diversi da qualsiasi altro tipo di uccello. Il loro comportamento, il loro aspetto e il modo in cui vivono e sopravvivono sono così unici e interessanti. In questo articolo risponderemo a una serie di domande comuni su questi simpatici uccelli fornendovi 21 curiosità sui picchi.

Buon divertimento!

17 curiosità sui picchi

1. I picchi non soffrono di mal di testa

I picchi hanno un osso speciale nella testa, chiamato osso ioide, che avvolge l'intero cranio all'interno della testa e aggiunge una sorta di protezione dagli urti.

Questo li protegge dal "mal di testa" o dal rischio di ferirsi quando sbattono ripetutamente la testa contro un albero, a volte per ore.

2. I picchi di solito preferiscono gli alberi morti.

Sebbene la maggior parte dei picchi sia certamente in grado di fare un buco in un albero vivo, molte volte preferiscono gli alberi morti. I picchi amano gli alberi morti o morenti in cui il durame è già morbido, il che rende più facile per loro scavare le cavità del nido. Inoltre, se il legno è morbido, molti tipi di larve e insetti possono essere in agguato all'interno dell'albero, quindi hanno più opportunità percibo.

3. Talvolta i picchi si nutrono delle mangiatoie per colibrì

I picchi possono anche gradire il sapore del dolce nettare dei colibrì: la scorsa primavera ed estate ho avuto più picchi rossi alle mie mangiatoie per colibrì che colibrì veri e propri!

Guarda anche: 17 curiosità sui picchi

4. Un gruppo di picchi è chiamato "discesa".

Molti tipi diversi di uccelli hanno un nome proprio quando si tratta di un gruppo, o di uno stormo, di essi. Proprio come uno stormo di corvi è chiamato "omicidio", o uno stormo di falchi è chiamato "bollitore", un gruppo di picchi è chiamato "discesa".

5. I picchi hanno lingue molto lunghe

Esistono solo pochi tipi di uccelli con lingue lunghissime che si avvolgono intorno alle orbite oculari, consentendo loro di estenderle molto più in là rispetto agli altri uccelli.

I picchi, i colibrì e persino i rigogoli sono tra gli uccelli con la lingua lunga. Questi particolari adattamenti permettono a tutti e 3 questi tipi di uccelli di bere dalle mangiatoie per colibrì. Alcune specie di picchi hanno lingue lunghe fino a 4″!

6. I picchi ghianda hanno un sistema sociale avanzato

Picchio delle ghiande

Nella maggior parte dei casi i picchi sono uccelli solitari, ma il picchio ghiandaio ha una struttura sociale e familiare molto intricata con altri picchi.

A differenza di altri tipi di picchi, i picchi ghiandaia vivono in gruppi di 10-16 altri uccelli, si riproducono in modo cooperativo all'interno del gruppo, fanno incetta di cibo incastrando le noci nei buchi degli alberi e lavorano in squadra per sorvegliare le loro cache di cibo utilizzando segnali di avvertimento e comunicando tra loro.

7. I picchi pileati sono i più grandi picchi del Nord America.

A meno che non si consideri il picchio dal becco d'avorio, da tempo ritenuto estinto ma non ancora ufficialmente estinto, il picchio pileato è il più grande: misura circa 16-19 pollici e ha le dimensioni di un corvo.

immagine: Pixabay.com

Per le loro dimensioni e il loro aspetto è impossibile confonderli con altri tipi di picchi, anche se a volte vengono erroneamente chiamati picchi dalla testa rossa, che sono di un'altra specie e sono molto più piccoli.

8. I picchi non beccano di notte

I picchi sono animali diurni, quindi si appollaiano di notte e sono per lo più silenziosi, ma questo non significa che non si alzino all'alba per martellare il lato della vostra casa! Quindi, se avete problemi con i picchi, è bene sapere che almeno potrete dormire di notte.

9. I succhiatori non succhiano la linfa, ma la leccano.

Come ho già detto, tutti i picchi hanno una lingua eccezionalmente lunga, compresi i succhiatori. I membri della varietà dei succhiatori, però, non succhiano realmente la linfa, ma scavano pozzi di linfa negli alberi e poi vi infilano la loro lunga lingua per sorseggiare e leccare la linfa.

10. I picchi non mangiano il legno

Anche se molti pensano che i picchi mangino il legno, come fanno i castori, in realtà non è così: i picchi usano semplicemente il becco come strumento per scavare buchi nel legno che permettono loro di scavare buchi per il nido o di prelevare insetti e larve di insetti dal buco.

11. Alcuni tipi di picchi mangiano i piccoli di uccello

Alcune specie di picchi, come il picchio rosso maggiore, sono onnivori e a volte mangiano anche uova o piccoli di altri uccelli. Un picchio di Gila è stato ripreso mentre uccideva e mangiava il cervello di un piccolo in un nido.

Per quanto riguarda la maggior parte dei picchi, in genere se ne stanno per conto loro e non sono aggressivi, ma se necessario proteggono ferocemente se stessi e i propri piccoli.

Guarda anche: 4 semplici consigli per eliminare gli uccelli prepotenti che affollano le mangiatoie

12. Ci sono oltre 200 specie di picchi nel mondo.

Nessuno sembra essere d'accordo sul numero di specie che fanno parte della famiglia. Picidae Ma una cosa è chiara: ce ne sono più di 200. Brittanica.com dice che sono state registrate 210 specie, Wikipedia cita che la Società Ornitologica Internazionale riferisce che sono state scoperte 236 specie. Mentre altre fonti, come PSU.edu, dicono che ne esistono addirittura 300...

13. I picchi hanno zampe speciali per arrampicarsi.

credito: Darekk2

La maggior parte dei picchi ha zampe da zigodattilo, altamente adattate all'arrampicata. I piedi degli zigodattili hanno due dita nella parte anteriore e due dita nella parte posteriore. che permettono al picchio di afferrare l'albero in modo da consentire movimenti verticali e orizzontali molto rapidi, nonché di aumentare la leva per beccare.

14. Alcuni picchi vivono perfino nei cactus.

Il picchio di Gila vive nel deserto di Sonoran, in alcune zone della California meridionale, del Nevada e dell'Arizona. Questi picchi resistenti si sono adattati alla vita nel deserto e nidificano nei saguari giganti.

Il cactus Saguaro può vivere fino a 200 anni, raggiungere un'altezza di 15 metri e pesare più di 5.000 chili quando è completamente idratato. Oltre a fornire un riparo ai picchi di Gila, gli uccelli mangiano anche i frutti che il cactus produce.

Picchio di Gila su un cactus

15. I picchi beccano le grondaie perché ne apprezzano il suono.

I picchi si esibiscono regolarmente in un'azione chiamata "tambureggiamento" sulle grondaie metalliche, che può essere molto rumorosa. Lo fanno per diversi motivi, principalmente per marcare il territorio o per attirare un compagno. Quindi, se sentite o vedete un picchio che tamburella sulle grondaie, è possibile che nelle vicinanze ci sia una coppia in riproduzione.

16. Il becco di un picchio non si usura mai

I picchi, a differenza di altri uccelli, sono dotati di speciali cellule rigenerative all'estremità del becco, che in caso di necessità ricresce costantemente. Con becchi molto affilati, simili a scalpelli, si stima che i picchi siano in grado di beccare fino a 12.000 volte in un solo giorno. Questo è un altro adattamento speciale del picchio.

17. In alcuni luoghi i picchi sono associati alla sfortuna e alla morte.

Spesso i picchi sono associati alla saggezza e alla conoscenza, ma nelle tradizioni dei popoli slavi orientali il picchio può simboleggiare la morte o la sfortuna. Si dice che il tamburellare di un picchio annunci la morte.

Quindi, se volete un significato spirituale del tamburellare sulle vostre grondaie, eccovi accontentati. Come abbiamo detto sopra, il tamburellare serve a comunicare.




Stephen Davis
Stephen Davis
Stephen Davis è un appassionato birdwatcher e appassionato di natura. Studia il comportamento e l'habitat degli uccelli da oltre vent'anni e ha un particolare interesse per il birdwatching da cortile. Stephen crede che nutrire e osservare gli uccelli selvatici non sia solo un hobby piacevole, ma anche un modo importante per entrare in contatto con la natura e contribuire agli sforzi di conservazione. Condivide le sue conoscenze ed esperienze attraverso il suo blog, Bird Feeding and Birding Tips, dove offre consigli pratici su come attirare gli uccelli nel tuo giardino, identificare diverse specie e creare un ambiente favorevole alla fauna selvatica. Quando Stephen non fa birdwatching, ama fare escursioni e accamparsi in remote aree selvagge.