10 fatti interessanti sui giunchi barbuti

10 fatti interessanti sui giunchi barbuti
Stephen Davis

Se vivete in Nord America, forse non avete mai sentito parlare del cannareccione barbuto. Questo piccolo uccello delle zone umide ha un aspetto simpatico e unico. In questo articolo esamineremo alcune curiosità sui cannareccioni barbuti, tra cui dove è possibile trovarli nel mondo e come prosperano nel loro habitat specializzato.

Fatti sui giunchi barbuti

1. Membri della famiglia Panuridae

Il cannareccione barbuto è un uccello unico nel suo genere, tanto che storicamente gli scienziati non erano sicuri di quale famiglia di uccelli dovesse far parte. È stato spostato di qua e di là, finché alla fine si è deciso che non è strettamente imparentato con nessuna specie vivente e dovrebbe avere un gruppo tutto suo!

Sono quindi attualmente l'unico membro del Panuridae e il loro nome scientifico completo è Panurus biarmicus .

Maschio di cannaiola aggrappato ai semi

2. I giunchi barbuti hanno molti soprannomi

I gipeti sono conosciuti anche con alcuni soprannomi: sono comunemente chiamati "becco di pappagallo" e "cinciallegra". A causa delle somiglianze nel loro aspetto, in passato si pensava che questi uccelli appartenessero alla famiglia delle cinciallegre o dei becchi di pappagallo.

Anche se ora sappiamo che non sono imparentati con queste altre famiglie di uccelli, i soprannomi persistono.

3. I giunchi barbuti sono esperti di zone umide

I giunchi barbuti prosperano nelle zone umide in prossimità di acque dolci o salmastre, per cui si possono trovare in zone umide vicino a paludi, acquitrini, laghi e fiumi. Come suggerisce il nome, questi uccelli preferiscono nidificare nei canneti. Stabiliscono intere colonie nei canneti che costeggiano paludi e laghi.

4. Fanno la spaccata

I barbuti sono noti per fare la spaccata tra le canne: afferrando una canna separata con ogni piede, possono reggersi in questa posizione di spaccata per appollaiarsi, raggiungere il cibo o semplicemente aiutarsi a manovrare tra le fitte canne.

Questa posizione è uno dei tratti più riconoscibili del giunco barbuto, e il suo aspetto è molto carino!

Cannareccione barbuto che si divide tra due canne

5. I giunchi barbuti sono piccoli uccelli

Uno dei modi in cui questi uccelli riescono a destreggiarsi bene tra i canneti stretti è la loro piccola taglia: possono stare nel palmo di una mano sia da giovani che da adulti.

Guarda anche: 9 consigli su come tenere lontani i topi dalle mangiatoie per uccelli (e i topi)

Da adulti, la loro lunghezza è di circa 6,5 pollici, più o meno come quella di un passero, e il loro peso può variare da 0,4 a 0,7 once, con un'apertura alare compresa tra 5,5 e 6,5 pollici.

6. Sono sessualmente dimorfici

I gipeti sono una delle specie di uccelli a dimorfismo sessuale, il che significa che maschi e femmine hanno un aspetto diverso: sia i maschi che le femmine hanno un corpo marrone fulvo con petto e ventre chiari e strisce bianche e nere sulle ali.

Guarda anche: 15 uccelli con la pancia arancione (foto)

Mentre le femmine hanno la testa marrone chiaro, i maschi sono più appariscenti con la testa grigia, il becco giallo brillante e due lunghi "baffi" neri che si estendono da ciascun occhio.

Maschio di cannaiola barbuta

7. Migrano raramente

A differenza di molte specie di uccelli, i canneti barbuti non migrano, ma si trovano distribuiti in aree del Regno Unito, dell'Europa e dell'Asia e rimangono residenti tutto l'anno nel loro areale locale.

L'eccezione è rappresentata dal fatto che possono viaggiare per sfuggire a un clima invernale insolitamente freddo. Un freddo estremamente rigido può essere potenzialmente letale per questi piccoli uccelli.

8. Non mangiano solo semi

Il nome sembra indicare che il giunco barbuto consuma semi di canna: i semi delle canne e di altre erbe palustri costituiscono infatti una parte della loro dieta e spesso si appollaiano proprio sul fusto della canna per mangiare i semi quando sono ancora sulla pianta.

Femmina di cannaiola che mangia i semi

Tuttavia, non è l'unica cosa che mangiano: soprattutto nei mesi estivi, si nutrono di molti insetti, tra cui mosche, zanzare, moscerini, ragni e lumache.

Per trovare il cibo di cui hanno bisogno, si aggirano ai bordi delle acque aperte, nei terreni fangosi e nelle zone umide. Anche le larve e le pupe di questi insetti acquatici fanno parte del menu.

9. Maschi e femmine costruiscono i nidi

Entrambi i sessi partecipano alla costruzione del nido: i loro nidi a forma di coppa sono costruiti con canne morte e foglie di altre piante palustri.

L'interno del nido è rivestito di materiale morbido come piume, teste di fiori e talvolta peli di animali. I nidi sono nascosti tra fitte canne e spesso sotto una vegetazione riparata che fornisce un po' di "tetto".

Maschio di cannaiola barbuta

10. Entrambi i sessi incubano le uova

Una vera e propria squadra, sia i maschi che le femmine si alternano nell'incubazione delle uova per circa 10-14 giorni prima che si schiudano. Entrambi i genitori lavorano insieme anche per accudire e nutrire i piccoli, che impiegano circa 2 settimane per diventare abbastanza grandi da lasciare il nido.




Stephen Davis
Stephen Davis
Stephen Davis è un appassionato birdwatcher e appassionato di natura. Studia il comportamento e l'habitat degli uccelli da oltre vent'anni e ha un particolare interesse per il birdwatching da cortile. Stephen crede che nutrire e osservare gli uccelli selvatici non sia solo un hobby piacevole, ma anche un modo importante per entrare in contatto con la natura e contribuire agli sforzi di conservazione. Condivide le sue conoscenze ed esperienze attraverso il suo blog, Bird Feeding and Birding Tips, dove offre consigli pratici su come attirare gli uccelli nel tuo giardino, identificare diverse specie e creare un ambiente favorevole alla fauna selvatica. Quando Stephen non fa birdwatching, ama fare escursioni e accamparsi in remote aree selvagge.